Propoli l'antibiotico naturale?

La propoli si presenta in natura come una sostanza cerosa dalla consistenza dura. Il colore varia dal giallo al bruno, secondo il tipo e la concentrazione di resine che le api raccolgono dalle gemme e dalle cortecce delle piante e poi mescolano alle loro secrezioni salivari Il ruolo della propoli nell’alveare è principalmente quello di proteggere dal freddo e dai possibili predatori: si rivela un ottimo collante per rinforzare e otturare eventuali fessure presenti nell’arnia, inoltre è un utile isolante per bloccare il fenomeno della putrefazione di corpi estranei rimasti imprigionati all’interno dell’alveare.

Già gli Egiziani, osservando questi fenomeni, usavano la propoli nella pratica della mummificazione; in seguito l’utilizzo si è diffuso in medicina come antisettico. La propoli è costituita essenzialmente da una miscela di composti di natura aromatica e fenolica presenti nelle piante, in particolare è la grande ricchezza di flavonoidi che assicura la funzione più preziosa: quella antimicrobica. Si riscontrano inoltre numerose sostanze benefiche, tra cui acidi grassi, aminoacidi, vitamine, sali minerali, la cui distribuzione percentuale è molto variabile in funzione delle stagioni e del tipo di vegetazione presente nel luogo. Nell’utilizzo umano è indicato principalmente per combattere le infezioni dell'apparato respiratorio come raffreddore, mal di gola, influenza, ma la sua peculiarità è l’ampia versatilità: dalla cura dell'igiene orale, contro alito cattivo, gengiviti, infiammazioni della bocca in genere, alle cicatrizzazioni lente e difficili; da dermatiti, screpolature, foruncoli, eczemi, a problemi ginecologici fino alla cura di gastriti, coliti e ulcere.

Viene prodotta impastando con cera e saliva diverse sostanze resinose, gommose e balsamiche che la api raccolgono da alcuni alberi che, a loro volta, le hanno prodotte per curarsi le ferite e proteggere le nuove gemme. Sono presenti nella propoli anche acidi grassi, enzimi, flavonoidi, oli essenziali, oligoelementi, tannini, vitamine del complesso B, zuccheri mono e polisaccaridi. La propoli possiede anche alcune proprieta’ medicinali naturali, che la rendono utile ed efficace anche sull’uomo. Viene comunemente usata come disinfettante e cicatrizzante per le ferite superficiali e le sue proprieta’ antibatteriche la rendono efficace anche per la cura (e la prevenzione) di alcune malattie dell’apparato respiratorio. Queste le proprieta’ medicinali della propoli scoperte fino ad ora:

  • Anestetiche, antibiotiche, antinfiammatorie, antireumatiche, antivirali.
  • Battericide: (uccide numerosi ceppi microbici), batteriostatiche (impedisce la proliferazione di alcuni ceppi microbici che non riesce ad uccidere).
  • Cicatrizzanti.
  • Fungicide (su alcuni tipi di funghi).

Sei curioso di provare i nostri prodotti? Se desideri efettuare un ordine o avere maggiori informazioni saremo lieti di chiarirvi eventuali dubbi, perplessità e rispondere alle vostre domande.